MELANCONIA MALINCONIA. IMMAGINI

Recensione di Cosima De Giorgi
“Invece di lasciarmi andare alla disperazione ho scelto la melanconia attiva, fin tanto che avevo il potere dell’attività, in altri termini ho preferito la melanconia che spera e che aspira e che cerca, a quella che cupa e stagnante dispera.” (Vincent Van Gogh)

Olafur Eliasson: Nel tuo tempo

Recensione di Silvia Mondini

Le opere di Eliasson, danese di origini islandesi, classe 1967, sono rappresentazioni di “fenomeni effimeri” simbolo e frutto della continua rielaborazione di memorie originarie.

Un sogno davanti al Mosè di Michelangelo

“Caro Sigmund” gli dico nel sogno “sei tu che mi hai insegnato a cogliere le libere associazioni, le fantasie che emergono dal racconto di un sogno, sei tu che mi hai ripetuto più volte come tutto ciò che viene raccontato del mondo esterno di fatto ha un corrispettivo nel mondo interno …

Présence di Wim Wenders

commento di Silvia Mondini

Presentato in anteprima mondiale a Venezia (22 e 23 aprile 2022 presso La Multisala Rossini) è una videoinstallazione di Wim Wenders sull’opera di Claudine Drai (Palazzo Franchetti, Venice 22 April – 15 May 2022).

Come allora: gennaio aprile 1937

Come allora: Gennaio Aprile 1937

di Franca Munari

Il 26 aprile 1937, gli aerei tedeschi, in appoggio alle truppe del generale Franco contro il governo legittimo repubblicano di Spagna, rasero al suolo la cittadina basca di Guernica.

Il metodo cubista

il metodo cubista

di Franca Munari

Alcune considerazioni di Merleau-Ponty sul vedere e tradurre su una tela del pittore, permette all’autrice una riflessione sul metodo psicoanalitico.

Mostra Rodin – Picasso

locandina mostra picasso rodin paris

di Silvia Mondini

Nata dalla collaborazione tra i due musei monografici, questa doppia retrospettiva offre un affascinante percorso comparativo all’interno della vasta produzione artistica di Auguste Rodin e Pablo Picasso.

Sull’Immagine

Alberto Schön - Sull'Immagine

di Alberto Schön

Come dice il molto citato Terenzio “sono uomo, non considero estraneo niente di quanto possa essere umano”.

Sé nell’opera

di Franca Munari
Maurice Merleau-Ponty (1908-1961) è stato un filosofo esponente di primo piano della fenomenologia francese del Novecento.