Sezione Locale della Società Psicoanalitica Italiana

"Nostalgia di infinito. Esplorazioni psicoanalitiche sul sentimento oceanico” a cura di Ambra Cusin e Lucia Fattori

Copertina "Nostalgia di infinito” di Lucia Fattori

Autore: Ambra Cusin, Lucia Fattori (a cura di)

Titolo: “Nostalgia di infinito. Esplorazioni psicoanalitiche sul sentimento oceanico”

Coautore: Susanna Messeca, Maria Stanzione, Gabriella Vandi (a cura di)

Contributi: Luigi Boccanegra, Rita Corsa, Guelfo Margherita, Luisa Masina, Sophie de Mijolla-Mellor

Editore: Guaraldi

Collana: Psicoanalisi & fede

Anno pubblicazione: 2018

Pagine: 94

Quarta di copertina:

Questo Quaderno rappresenta il primo di una serie sul tema del rapporto tra psicoanalisi e fede, due ambiti ritenuti in passato contrapposti sulla base delle posizioni freudiane di matrice positivistica, nettamente critiche verso ogni forma di religione e di religiosità. Oggi la psicoanalisi è in grado di affrontare questi temi senza pregiudizi pro o anti religiosi. L’argomento di questo primo Quaderno è quello della nostalgia di infinito e della speranza nell’ “oltre”: sono due sentimenti che appartengono all’esperienza umana, ma che la superano, l’uno con lo sguardo rivolto al passato, l’altro con lo sguardo rivolto al futuro, partendo entrambi dal vissuto dell’indistinto originario, quell’ “oceano” uterino da cui veniamo ed al quale aspiriamo a tornare. In un contesto sociale pervaso da molteplici situazioni di disperazione e da acuti conflitti che insidiano la convivenza civile, il sapere della psicoanalisi, insieme ad altre forze vitali, è chiamato a decrittare la modernità: si tratta di una psicoanalisi aperta al futuro e al piacere della conoscenza.

I Quaderni Psicoanalisi e fede si propongono come occasione per mantenere aperta la continuità di un confronto, attraverso una pubblicazione periodica. 

Come afferma Guelfo Margherita nel suo poemetto che conclude il volume: Dissodiamo forse un campo per nuove semine, /far germogliare nuovi interrogativi. /Domani e figlio di ieri. 

Biografia degli autori:

Ambra Cusin, psicoanalista, membro ordinario della SPI e dell’IPA, membro didatta dell’Istituto Italiano Psicoanalisi di Gruppo, ha curato con G. Leo, Psicoanalisi e luoghi della negazione, Frenis Zero (2011). Tra i lavori: “Sull’irrappresentabilità di Dio. Una riflessione dal vertice psicoanalitico”, in L. Fattori e G. Vandi, Psicoanalisi e fede: un discorso aperto, F. Angeli, 2017, Psicoanalisi in Terra Santa, Frenis Zero, 2017. Vive e lavora a Triste. 

 

Lucia Fattori è Membro ordinario con funzioni di training della Spi e dell’Ipa. Docente a contratto di Psicologia dinamica presso l’università di Padova, è co-autrice del volume Psicoterapia psicoanalitica e deficit cognitivo (Cortina, 1996) . Inoltre ha co-curato Psicoanalisi e fede: un discorso aperto (F. Angeli, 2017), Nostalgia di infinito (Guaraldi, 2018), Oltre (Alpes, 2019), Derive della fede ( Guaraldi, 2019), Vecchiaia e psicoanalisi (Alpes, 2020) Fra gli articoli pubblicati: Existential crises in two religious patients, International Journal of Psychoanalysis (2015, con C. Secchi), Depressione melanconica e rancore inconscio, Rivista di Psicoanalisi,2020,2. Vive e lavora a Padova.

 

Susanna Messeca è socia dell’ A.I.P.P.I. Vice-presidente onoraria dal 2005 della Cohordination Internationale Psychothérapie pour Personnes avec Autisme, ha partecipato alla ricerca internazionale Inserm sull’Autismo, da lei promossa in Italia. Pubblicazioni recenti: “La scoperta del mondo interno attraverso la fiaba”, Funzione Gamma (2012), “Sai tu quante stelle sono in cielo? Ninne nanne da paesi vicini e lontani”, Ed. Apeiron, 2016. 

 

Maria Stanzione, psicoanalista, Membro Ordinario della SPI e dell’IPA; vive e lavora a Napoli. Ha curato Le figure del vuoto, Borla 2012. Tra i lavori: “Dal caos alla scrittura: Margaret Little”, in P. Cupelloni, Psicoanaliste. Il piace di pensare, F. Angeli, 2012; “Terra-Mare psicoanalitica. Illusione, credenza, fede, delirio: limiti e confini”, in L. Fattori e G. Vandi, Psicoanalisi e fede: un discorso aperto, F. Angeli, 2017.

 

Gabriella Vandi, psicoanalista, Membro Ordinario della SPI e dell’IPA. Ha presentato vari lavori a Congressi Nazionali e Internazionali. Ha co-curato il volume Psicoanalisi e fede: un discorso aperto. Franco Angeli, 2017. Tra le pubblicazioni “De la confusión de lenguas a compartir un código: la experiencia de rêverie”. In Revista de Psicoanálisis de la Asociación Psicoanalítica de Madrid. (2012, con C. Carnevali). Vive e lavora a Rimini.

"Dico, dunque siamo” di Alberto Schön