Sezione Locale della Società Psicoanalitica Italiana

L’individuo: un esercizio joyciano.

di (Antonio Alberto Semi)

copertina Ulysses di James Joyce
L’individuo: un esercizio joyciano

Chi è chi. Leopold Bloom o Molly o Stephen Dedalus o tu proprio tu che stai leggendo. Non ho capito o forse sì ma l’hai letto o no questo maldetto mattone pesante anche da portare in giro e a proposito che sembra prenderti in giro perché – quando te l’aspetti che – lui cambia registro perché se non l’hai letto è inutile stare qua a parlarne che poi parlare è proprio un tema impossibile, forse bisognerebbe dire a pensarne ma allora cosa vorrebbe dire stare assieme a scambiare. Scambiare cosa punto scambiare per piacere virgola che non è questione di buona educazione ma di eros e proprio di avere la faccia di dirlo anche a te lettore incapace o impotente o inibito insomma come dice Svevo come dice Svevo? chi lo sa che cosa mai abbia detto Svevo che peraltro Joyce lo conosceva e lo conosceva bene cent’anni di pubblicazione e cent’anni di solitudine non sudamericana ma europea ma irlandese ma triestina ma parigina e stare là a implorare di avere un po’ di lavoro mentre si è rosi dalla voglia di non guardarli nemmeno in faccia questi quattro cialtroni o rompicoglioni che devono darti da mangiare oh James e che oh James! invece ti mangiano su come mangiavano su i gesuiti della scuola o come giravano pagina per non dire che ti avevano girato attorno circuito alla lettera per vedere com’eri fatto e se andavi bene o invece ti saresti ribellato che poi ribellarsi è un modo di dire l’unico modo vero è quello di assentarsi assentarsi assentarsi via da Dublino via da Parigi via da Trieste via da Roma fino alla fermata di Zurigo approfittando di una coppa mancava solo questa coppa al compimento della mia letizia dixit che poi questo mattone pesante è fatto per travolgerti per assorbirti come un vortice che ti tira sempre più giù o più dentro e non ti lascia staccarti perché questa è la tua storia – incredibile quanto diversa dalla tua storia raccontata con tenera ferocia dalle tue narratrici professionali ignare della tua vera storia che è questa qui. Che sei disfatto, moltiplicato, vivo. Per questo ti possono poi dire sì ti voglio sì e insomma finisce così una storia iniziata con Introibo ad altare Dei. 6 sicuro che tu 6 o 1 ?

Condividi questa pagina:

Centro Veneto di Psicoanalisi
Vicolo dei Conti 14
35122 Padova
Tel. 049 659711
P.I. 03323130280

Servizio di Consultazione

serviziodiconsultazionecvp@gmail.com