Sezione Locale della Società Psicoanalitica Italiana

"Derive della Fede" a cura di Lucia Fattori

"Derive della Fede" a cura di Lucia Fattori

Autore: Lucia Fattori (a cura di)

Coautore: Gabriella Vandi (a cura di) 

Titolo: “Derive della Fede”

Contributi: Mario Aletti, Massimo De Mari, Lucia Fattori, Lidia Leonelli Langer, Sophie De Mijolla-Mellor, Gaetano Pellegrini, Andrea Scardovi, Gabriella Vandi

Editore: Guaraldi

Collana: Psicoanalisi & fede

Anno pubblicazione: 2019

Pagine: 142

Quarta di copertina:

Se in molti scritti Freud presenta la fede come patologica in sé, questo libro, partendo dal presupposto che la fede semplicemente appartenga al mondo dei valori del soggetto, si propone piuttosto di indagare alcuni aspetti della fede che potrebbero essere considerati in termini negativi: un insieme di esperienze in cui la fede diventa qualcosa di svantaggioso in relazione alla vita della persona: una fede malata? Una fede a-normale? Una fede deviata? Una fede immatura? Una fede estremizzata? Una fede irrigidita?

Biografia dell'autore:

Lucia Fattori è Membro ordinario con funzioni di training della Spi e dell’Ipa. Docente a contratto di Psicologia dinamica presso l’università di Padova, è co-autrice del volume Psicoterapia psicoanalitica e deficit cognitivo (Cortina, 1996) . Inoltre ha co-curato Psicoanalisi e fede: un discorso aperto (F. Angeli, 2017), Nostalgia di infinito (Guaraldi, 2018), Oltre (Alpes, 2019), Derive della fede ( Guaraldi, 2019), Vecchiaia e psicoanalisi (Alpes, 2020) Fra gli articoli pubblicati: Existential crises in two religious patients, International Journal of Psychoanalysis (2015, con C. Secchi), Depressione melanconica e rancore inconscio, Rivista di Psicoanalisi,2020,2. Vive e lavora a Padova.

Gabriella Vandi, psicoanalista, Membro Ordinario della SPI e dell’IPA. Ha presentato vari lavori a Congressi Nazionali e Internazionali. Ha co-curato il volume Psicoanalisi e fede: un discorso aperto. Franco Angeli, 2017; Nostalgia di infinito. Esplorazioni psicoanalitiche sul “Sentimento Oceanico”, Guaraldi, Rimini, 2018; Oltre. Il senso di Infinito a partire dal “Sentimento Oceanico”, Alpes Italia, 2019. Tra le pubblicazioni “De la confusión de lenguas a compartir un código: la experiencia de rêverie”. In Revista de Psicoanálisis de la Asociación Psicoanalítica de Madrid. (2012, con C. Carnevali). Vive e lavora a Rimini. 

Condividi questa pagina: