Sezione Locale della Società Psicoanalitica Italiana

"Vecchiaia e Psicoanalisi" a cura di Lucia Fattori

Copertina Vecchiaia e psicoanalisi a cura di Lucia Fattori
"Vecchiaia e psicoanalisi" a cura di Lucia Fattori

Titolo: “Vecchiaia e psicoanalisi”

Autore: Lucia Fattori (a cura di)

Coautore: Rita Corsa, Gabriella Vandi (a cura di)

Contributi: Maurizio Balsamo (prefazione), Ezio Maria Izzo, Gabriella Vandi, Lidia Leonelli Langer, Marta Badoni, Franco De Masi, Lucia Fattori, Sophie Mijolla, Carla Busato Barbaglio, Lucia Monterosa, Rita Corsa

Editore: Alpes

Collana: Psicoanalisi & fede

Anno pubblicazione: 2020

Pagine: 206

Quarta di copertina:

Questo volume cerca di approfondire il tema della vecchiaia in una prospettiva psicoanalitica. L’ultima fase della vita è stata poco esplorata dal pensiero freudiano, benché si tratti di un periodo profondamente trasformativo del ciclo umano. La senilità è fatta di perdite e di lutti, ma pure di una tensione a riannodare i fili della propria storia e a prepararsi all’oltre. La psicoanalisi può accompagnare e aiutare l’individuo anche in questa parte finale della vita? È possibile un trattamento analitico in tarda età? Il volume raccoglie la voce di diversi psicoanalisti, impegnati a indagare sul versante teorico e su quello clinico la dimensione e l’esperienza dell’invecchiamento nella contemporaneità.

Biografia degli autori:

Rita Corsa, medico, psichiatra, psicoanalista con funzioni di training della S.P.I. e dell’I.P.A., ha diretto servizi psichiatrici pubblici ed è stata professore a contratto di Clinica Psichiatrica presso le Università Statale e Bicocca di Milano. Esperta di storia della psicoanalisi italiana, ha scritto i volumi Edoardo Weiss a Trieste con Freud. Alle origini della psicoanalisi italiana (Alpes, 2013) e Vanda Shrenger Weiss, la prima psicoanalista in Italia. La psicoanalisi a Roma in epoca fascista (Alpes, 2017). Della sua copiosa produzione saggistica si segnalano, tra gli altri, i libri Se la cura si ammala. La caducità dell’analista (Kolbe, 2011), Limite è speranza. Lo psicoanalista ferito e i suoi orizzonti (con L. Monterosa; Alpes, 2015), Vivere con Barbablù. Psicoanalisi e violenza sulle donne (con C. Barducci e B. Bessi; Magi, 2018). Ha inoltre curato Corpo, generazioni e destino (con G. Gabbriellini; Borla, 2012) e Oggi la Speranza? Una contraddizione della contemporaneità (Quaderni C.M.P., Milano, 2016). 

 

Lucia Fattori è Membro ordinario con funzioni di training della Spi e dell’Ipa. Docente a contratto di Psicologia dinamica presso l’università di Padova, è co-autrice del volume Psicoterapia psicoanalitica e deficit cognitivo (Cortina, 1996) . Inoltre ha co-curato Psicoanalisi e fede: un discorso aperto (F. Angeli, 2017), Nostalgia di infinito (Guaraldi, 2018), Oltre (Alpes, 2019), Derive della fede ( Guaraldi, 2019), Vecchiaia e psicoanalisi (Alpes, 2020) Fra gli articoli pubblicati: Existential crises in two religious patients, International Journal of Psychoanalysis (2015, con C. Secchi), Depressione melanconica e rancore inconscio, Rivista di Psicoanalisi,2020,2. Vive e lavora a Padova.

 

Gabriella Vandi, psicoanalista, Membro Ordinario della SPI e dell’IPA. Ha presentato vari lavori a Congressi Nazionali e Internazionali. Ha co-curato il volume Psicoanalisi e fede: un discorso aperto. Franco Angeli, 2017. Tra le pubblicazioni “De la confusión de lenguas a compartir un código: la experiencia de rêverie”. In Revista de Psicoanálisis de la Asociación Psicoanalítica de Madrid. (2012, con C. Carnevali). Tra i volumi co-curati: Psicoanalisi e fede: un discorso aperto (Franco Angeli, 2017); Oltre (Alpes, 2019), Derive della Fede (Guaraldi, 2019), “Tra” questa immensità (Guaraldi, 2020), Federico Fellini. La vita è sogno, il sogno è vita (Pendragon, 2020). Vive e lavora a Rimini. 

Condividi questa pagina: